Notizie

immagine Più saggi, meno soli

Più saggi, meno soli

Per combattere la solitudine potrebbe servire solo una buona dose di saggezza. È quanto consiglia un lavoro condotto tra Sapienza Università di Roma e Università di San Diego in collaborazione con la Great Health Science (rete di ricerca internazionale con una sede in Italia) pubblicato sulla rivista Aging and Mental Health. Gli esperti hanno coinvolto 4 gruppi di individui di San Diego e del Cilento, due di età compresa tra 50 e 65 anni, gli altri ultra-90enni e usato due scale di "misurazione" per solitudine e saggezza, basate su questionari standardizzati.

È emerso che più una persona risulta saggia sulla scala usata, minore è il suo livello di solitudine. In futuro si potrebbero mettere in campo interventi per "allenare" la saggezza o almeno alcuni aspetti di essa (come empatia e comprensione degli altri) per combattere la solitudine, che è ormai considerata uno dei principali fattori di rischio per la salute di persone di mezza età e degli anziani.

UA-72265936-1